Di nuovo al lavoro, e un po’ dietro le quinte

Le mia bellissime, lunghissime vacanze al sole sono ormai finite da tempo, e l’abbronzatura ormai se ne sta andando. Sono finita in Sardegna, dopo un sacco di procrastinazione e dibattiti organizzativi: fantastico!

Lo scorso maggio è stato una turbine di ordinazioni, ho lavorato per lunghe ore e cercato di tenere tutto sotto controllo nonostante il mio tipico disordine mentale, per poi semplicemente dimenticarmi di tutto e tutti, ignorando notifiche, email e lavoro per l’intero mese di giugno. Stupendo.

Larimeloom Camping

Il primo di luglio è stato di rientro al lavoro, e nel mezzo della realizzazione delle ordinazioni in scadenza, sto anche cercando di riorganizzare il mio metodo di lavoro. E’ più difficile di quanto uno possa pensare, richiede un sacco di riflessione ed immaginazione, oltre all’impegno necessario a provare i nuovi sistemi di organizzazione ed abituarcisi. Sembrerebbe inoltre avere l’effetto di indurre notti insonni in cui provi disperatamente a capire se davvero ti serve quella nuova tagliacuci, o se la buona, vecchia, macchina (che sputacchia olio mentre la usi), può tener duro ancora per un po’. O se fisicamente hai lo spazio nello studio per un’ennesima macchina (farò in modo che ci sia). O se è una buona idea dividere in due aree la linea di produzione (NO, non lo è, ne sono quasi sicura ormai…). Dita incrociate.

new sewing machine

La mia nuova piccola, Juki

AKA la colpevole del caos di cui vi parlo!

Un altro capitolo aperto è la messa a punto delle luci del set fotografico, perché voglio essere di nuovo indipendente negli shooting e nell’editing delle foto. Ormai ho quasi finito, mancano solo più loro! Non vedo l’ora.

Un’altra notizia interessante è che la mia sorella più piccola, che ha 17 anni, sta facendo una breve esperienza di tirocinio con me! È troppo divertente insegnarle a cucire e dibattere con lei i pro e i contro delle problematiche che affrontiamo insieme. È molto matura ed il suo consiglio è sempre azzeccassimo!
Sta anche costruendo l’insegna del mio atelier, che dopo due interi anni non era ancora mai stata realizzata. Vedremo che cosa si inventerà!!

Intanto, sto di nuovo accettando ordinazioni ed i tempi di produzione sono tornati nella norma. Non vedo l’ora di scoprire che cosa porteranno le spose del 2018!

Quindi, se ve state chiedendo, mi troverete a dividere le mie giornate tra il rompermi il cervello su come gestire meglio il mio spazio di lavoro e il mio tempo, il cucire e progettare nuovi abiti, a divertirmi negli ultimi eventi estivi, al lavoro in giardino e a fare pizze con gli amici. Adesso infatti vado subito a controllare quell’impasto!

pizza dough

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono settate su "consentire i cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetta" di seguito, acconsenti a queste impostazioni.

Close